Racconti In Tempo Irreale

postato in: Uncategorized | 0

Bene, con oggi, 20 febbraio 2021, il mio blog prende vita.

Come ho detto nella breve descrizione del titolo, questo blog vuole essere un diario dei miei pensieri e dei miei progetti.

Spero di poter condividere e ricevere commenti, consigli e critiche.

Per prima cosa desidero raccontarvi  come è nato il progetto per una mia prossima mostra che dovrebbe venire alla luce verso la fine di quest’anno.

“Racconti In Tempo Irreale”

Nell’ultimo mio evento “Un giro di giostra” ho cercato di rendere per immagini le musiche e i libri che mi hanno regalato momenti magici . Proprio in quei giorni mi è venuta l’idea di dipingere racconti miei, pensieri miei ispirati sia a ricordi dell’infanzia e della gioventù, sia a momenti di vita attuale. Il tutto condito con note di fantasia e di irrealtà.

Un libro illustrato quindi, dove i testi e i colori si inseguono , si alternano, si sovrappongono:

Oltre ai dipinti vi saranno anche illustrazioni, foto, collage, altri scritti, poesie: pensieri in libertà che hanno accompagnato la nascita e la crescita del progetto.

La presentazione sarà a cura di Sabrina Baldanza, storica dell’arte, che rappresenterà la sintesi emozionale e artistica del percorso espositivo dei miei lavori attraverso una riflessione attenta al valore e al significato del “livre de peintre” o libro d’artista, perfetta sintesi d’arte tra immagine e parola. 

Nell’intento di coniugare le opere e i racconti in un continuum senza soluzione di continuità, verrà creato un meta racconto a cura di Marco Dalla Valle, esperto in biblioterapia e tecniche narrative, che attraverso lo storytelling biografico, la lettura espressiva ad alta voce e l’accompagnamento musicale, restituirà l’anima intera del mio lavoro a beneficio del pubblico che parteciperà all’inaugurazione.

Pittura, parola e musica saranno quindi le protagoniste.

Infine, il catalogo nella forma e nel contenuto tradizionale sarà accompagnato dalla progettazione di un libro d’artista inteso come oggetto ma anche come luogo dal quale attingere, quando lo si vuole, un po’ di fantasia e di immaginazione. Una scatola magica, uno spazio aperto anche alla comunicazione visiva, tattile e sonora.

Uno dei primi racconti che ho scritto è stato “IL TRENO DEL SOLE”

Riporto il link per ascoltare il testo letto da Antonio Costa Barbè e il quadro che lo illustra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *